Comune di Vallerotonda

Portale istituzionale

Sei un giovane tra i 15 e i 29 anni? Non frequenti la Scuola o l’Universitá?

Ecco cosa devi fare per iscriverti al programma Garanzia Giovani:

  1. Devi iscriverti on-line compilando un form di adesione o sul sito regionale (www.regione.lazio.it/LazioLavoro) o sul sito nazionale (www.cliclavoro.gov.it) oppure recandoti presso un Centro per l’Impiego. Per iscriverti on-line dovrai prima registrarti e poi riceverai una mail con le credenziali che ti serviranno per accedere al programma.
    Nel caso in cui si verifichino inconvenienti tecnici nella registrazione al servizio, ti preghiamo di riprovare piu’ tardi oppure di scriverci all’indirizzo assistenzagaranziagiovani@regione.lazio.it. La tua richiesta sara’ registrata e sarai contattato nei prossimi giorni.
  2. Una volta compilato il form di adesione riceverai una mail e ti dovrai recare presso il CPI dove riceverai la prima accoglienza, le informazioni sul programma Garanzia Giovani e sui servizi disponibili nella Regione Lazio nonché l’orientamento di primo livello.
  3. Dopo l’orientamento potrai stipulare il “Patto di servizio” tra te e il CPI.
  4. Dopo la firma del “Patto di servizio” il CPI ti indirizzerá verso le opportunitá che la Regione Lazio ha pensato per te all’interno del programma Garanzia Giovani. Entro 4 mesi dalla firma del Patto di Servizio, la Regione Lazio metterá a tua disposizione una serie di servizi tra i quali Orientamento, Formazione e Inserimento al lavoro offerti da soggetti pubblici o privati accreditati, qualificarti e offrirti maggiori opportunitá di lavoro. Tu, in cambio, ti impegnerai a fruire di quei servizi e ad accettare offerte di lavoro adatte alle tue capacitá ed esigenze.
  5. Per maggiori informazioni consulta tutte le faq pubblicate qui o poni tu stesso una domanda agli indirizzi email indicati nelle varie sezioni del sito.

Semplificazione

Il decreto legge n.69 del 21 giugno 2013 “decreto del fare”contiene numerose misure per la semplificazione amministrativa che sono ora in fase di implementazione.

all’indirizzo www.semplificaitalia.gov.it sono disponibili ulteriori informazioni, per una guida cliccare qui.

alcune informazioni utili:

Scadenza dei documenti di identità nel giorno del compleanno del titolare

Il cambio di residenza o di abitazione decorre dal giorno in cui viene fatta la dichiarazione

Poteri sostitutivi. In caso di inerzia dell’amministrazione, i privati possono rivolgersi ad un dirigente appositamente indicato, per ottenere tempi certi.

Stop ai certificati da presentare alla pubblica amministrazione: è sufficiente presentare un’autocertificazione. Al resto ci pensano le amministrazioni.

Comunicazioni per via telematica obbligatorie tra le amministrazioni pubbliche.

Un nuovo documento digitale sostituirà carta d’identità e tessera sanitaria.

Su richiesta del cittadino un domicilio digitale a cui ricevere le comunicazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Pagamenti alle pubbliche amministrazioni più semplici con la pubblicazione dei codici IBAN e pagamento telematico dell’imposta di bollo.

Invio telematico delle domande per la partecipazione a concorsi.

Procedure più semplici per i disabili: il verbale di riconoscimento dell’invalidità può sostituire le certificazioni richieste per le altre procedure.

Comunicazioni telematiche per gli atti anagrafici e di stato civile: procedure più veloci per i cittadini, meno oneri per le amministrazioni.

Obbligo di accettare istanze e dichiarazioni inviate per via telematica. Le pubbliche amministrazioni sono tenute ad avviare il procedimento a seguito di istanze e dichiarazioni inviate dal cittadino con modalità telematica.

Privacy: eliminato l’obbligo di tenuta e aggiornamento del Documento programmatico per la sicurezza (DPS).

Prevenzione incendi: meno carte più sicurezza.

DURC e antimafia non devono più essere presentati alle pubbliche amministrazioni, che dovranno acquisirli d’ufficio.

Autorizzazioni ambientali più semplici: scarico delle acque reflue, documentazione d’impatto acustico e autorizzazione unica.

Sportello unico per le attività produttive (SUAP): un unico interlocutore, che fornisce una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le amministrazioni pubbliche coinvolte.

Sportello unico per l’edilizia: un unico interlocutore per il rilascio di tutte le autorizzazioni necessarie per il rilascio del permesso di costruire.

La banca dati appalti (dal 1 gennaio 2013) consentirà alle amministrazioni di acquisire tutta la documentazione necessaria senza richiederla alle imprese.

Semplificazione dei controlli sulle imprese ispirata ai criteri di semplicità, proporzionalità, coordinamento e collaborazione.

Albo Pretorio OnLine

L’art. 32, comma 1 della Legge n. 69 del 18 giugno 2009 ha sancito che: “a far data dal 1º gennaio 2010 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati”.

Il successivo comma 5 dello stesso art. 32 precisa che “a decorrere dal 1º gennaio 2010 e, nei casi di cui al comma 2, dal 1º gennaio 2013, le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale”.
Il termine per la pubblicazione telematica degli atti è stato prorogato con la Legge n. 25 del 26 febbraio 2010 al 1º gennaio 2011.

Come richiedere la pubblicazione di un Atto/Avviso?

La richiesta può essere effettuata dagli enti che invieranno i documenti informatici attraverso la posta certificata. L’indirizzo di posta certificata del Comune di Vallerotonda è il seguente comune.vallerotonda.fr@pec.it
Nell’ambito del messaggio PEC occorre riportare per esteso le seguenti informazioni nell’ordine indicato:

Tipologia di Atto
Oggetto
Ente Richiedente  

Numero Atto   
Data Atto  
Oggetto    
Data inizio pubblicazione
Durata

Allegare al messaggio PEC tutti i documenti relativi alla pubblicazione

Amministrazione Trasparente

Trasparenza Amministrativa

In questa sezione del portale sono pubblicati, raggruppati secondo le indicazioni di legge, documenti, informazioni e dati concernenti l’organizzazione dell’amministrazione, le attività e le sue modalità di realizzazione. ( Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n.33 – Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni – pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 80 in data 05/04/2013 – in vigore dal 20/04/2013).